30 CONSIGLI – Personal Trainer

 iozen
Oggi non ci sono  molte parole da aggiungere!
Noi pensiamo di essere sicuramente diversi dagli standard di Personal Trainer classici! Noi abbiamo un percorso di studi diverso e una visione diversa che non hanno in molti altri sull’attività fisica. Noi vogliamo essere il punto di riferimento per chi deve iniziare! Con Noi NON compri 12 lezioni 1 to 1 ma con noi impari a usare il tuo corpo in molto ambiti sportivi, impari a conoscerti, impari a capire cosa ti serve, cosa è meglio per te, con noi cambi stile di vita!
#moveyourbody non è un luogo dove passi l’abbonamento e ciao grazie.
#moveyourbody non è numeri.
#moveyourbody non è materiale.
#moveyourbody è passione.
#moveyourbody è positività.
#moveyourbody è energia giornaliera
#moveyourbody sono le persone.
#moveyourbody siete voi.
#moveyourbody siamo noi …. Mattia & Alessandro
la nostra palestra
E’ di tendenza? E’ fashion? Offre panorami mozzafiato e inoltre riesce a replicare esattamente sole pioggia vento tempesta.
Siamo pazzi? Probabilmente sì!
Ma sappiate che noi lo riteniamo il futuro!
Questa palestra è presente in ogni angolo del mondo, è aperta 24 h su 24 h, puoi scegliere ovunque il panorama e cosa fare da solo!
Prendi la bici e vai, metti le scarpe e corri, porta 2/3 attrezzi in una piccola sacca e aggiungi esercizi di qualsiasi tipologia ed il gioco è fatto!
La nostra idea di sport è all’aperto!
La nostra idea di sport è che tu possa scegliere da solo quello che dopo esserti alzato dal letto la mattina hai voglia di fare. Scegli da solo, le schede di allenamento saranno ogni volta diverse e non devi aspettare il tuo istruttore di sala pesi che ti modifichi le 3 x 15 in 3 x 12!
Lo sport è dentro di noi, le strutture esistono e sono gratuite, bisogna solo saperle interpretare ed usarle!
NOI ci crediamo fortemente!!!
ah si… Buona Pasqua a Tutti Voi!!!!!!
#zen
#change
#moveyourbody
ConsigliMove28Avete mai pensato al nuoto come soluzione?
Nuotare vi permette di tenere un battito cardiaco elevato, evita impatti con il terreno e quindi di caricare le articolazioni che vi ringrazieranno ma soprattutto è un massaggio continuo per voi e la vostra pelle mentre nuotate!Se sapete nuotare e siete in sovrappeso è uno scandalo che voi pratichiate altre attività! È ormai risaputo che il nuoto non solo tonifica le parti più importanti del corpo, ma allo stesso tempo, se eseguito regolarmente e con impegno e costanza, aiuta a far perdere peso in maniera considerevole, dal momento che i muscoli sono sempre in continuo movimento.
Chi deciderà di intraprendere questa attività non farà altro che apportare dei benefici al proprio corpo, dato che il nuoto contribuisce ad allenare sia i polmoni che il cuore, mirando a ridurre notevolmente il rischio di malattie croniche, come l’ictus, malattie cardiache e diabete. Di per sé questo sport è utilissimo per un’azione rassodante e tonificante: per far sì che il nuoto diventi anche uno sport snellente e dimagrante occorre tenere sempre un ritmo molto alto di vasche e bracciate. Oggi vi forniremo qualche utile consiglio su come dimagrire con il nuoto.  I requisiti per svolgere questa tipologia di  allenamento sono: una buona tecnica di nuotata a crawl (stile libero) e dorso; poca pausa all’interno delle ripetizioni (non serve rimanere fermi 1 minuto dopo 25 metri); tempo di lavoro della fase centrale non inferiore ai 30 minuti; alternanza di esercizi nei 2-3 allenamenti settimanali.
Dimagrire con il nuoto è possibile, e può essere anche rilassante: non appena prenderete il ritmo, non sentirete quasi più la fatica, ma continuerete ad apportare tantissimi benefici al vostro corpo. Qualche cliente MOVE è l’esempio di questa attività! Provare per credere! E se non sapete da dove iniziare con l’acqua non esitate a contattarci!
ConsigliMove29Si dice che un bambino pigro oggi sia un adulto malato domani.Lo sport fa bene, si sa, ed è per questo che sempre più genitori scelgono di far praticare ai loro bambini un’attività sportiva. Non parliamo soltanto di un benessere fisico e del giovamento che la salute del nostro piccolo atleta ne trae.
Parliamo anche di un benessere psicologico, di una valvola di sfogo che i nostri ragazzi hanno dopo i piccoli grandi stress che si accumulano tra i banchi di scuola, e lo sviluppo di valori positivi quali l’autodisciplina, la lealtà, la solidarietà, la socializzazione.
Sproniamo i nostri bambini ad abbandonare la vita sedentaria sul divano, davanti al monitor di una TV, di un computer, di una consolle o di uno smartphone, proponiamo una serie di attività sportive per i più giovani, basta solo scegliere quella più adatta al vostro ragazzo.
Dai 6 ai 10  generalmente sono i genitori a scegliere l’attività da far praticare al proprio bambino. Il consiglio perciò è di avviarlo a diversi sport, in modo da poter scegliere, insieme a lui, quello verso il quale si sente più portato. Avviarlo a diverse attività fisiche significa anche consentire uno sviluppo più armonico del corpo. Si può quindi optare per attività puramente ginniche come l’atletica, abbinate ad uno sport come calcio, equitazione, pallavolo e così via. L’importante è scegliere strutture adeguate con personale esperto, che sappia creare soprattutto divertimento per il bambino.
Dai 12 anni il bambino ha già acquisito una certa consapevolezza e potrà scegliere, secondo le proprie inclinazioni l’attività sportiva che preferisce e potrà anche essere avviato alla pratica agonistica.
Il nostro consiglio è però quello di valutare bene chi fa svolgere attività ai tuoi figli! Valuta la struttura, valuta l’organizzazione, valuta il servizio!
Il consiglio più grande? VOSTRO FIGLIO FA SPORT! A 6 ANNI NON VA ALLE OLIMPIADI.
Un altro consiglio? FATE IN MODO CHE SI ABITUI A CAMBIARSI DA SOLO E CHE NON VI VEDA CONTINUAMENTE SUL LUOGO DELL’ALLENAMENTO.
Un altro consiglio? SCONFITTE O VITTORIE VOI GIOITE CON LUI. Fargli fare sport è il vostro più bel risultato. Non quello del tabellino.
ConsigliMove27Ti è mai capitato di svegliarti nel cuore della notte e avere un crampo al polpaccio o al piede? Ecco sappiate che è proprio un momento brutto perchè siete assonnati, non riuscite a intervenire immediatamente con lo stretching, non riuscite a capire bene cosa succede e il crampo non molla un secondo e spesso rischi quasi di piangere dal dolore.
Cosa sono i crampi? Sono spasmi involontari, violenti, e dolorosi. Colpiscono in gran parte la muscolatura del polpaccio e con meno frequenza quella del piede e sono un SEGNALE DI MANCANZA DI IDRATAZIONE o AFFATTICAMENTO FISICO. Lo sportivo alle prime armi potrebbe soffrirne dopo sforzi prolungati a cui non è abituato mentre anche sportivi allenati o che di professione praticano uno sport potrebbero dopo lunghi sforzi soffrirne.
Per evitare che i crampi vi assalgano di notte potete seguire i seguenti consigli:
-BERE TANTO
-SEGUIRE UNA DIETA EQUILIBRATA
-PORRE UN RIALZO SOTTO I PIEDI DURANTE LA NOTTE (PICCOLO SPESSORE)
-EVITARE LENZUOLA TROPPO STRETTE CHE BLOCCANO IL PIEDE
-EVITARE SFORZI TROPPI INTENSI IN RELAZIONE AL VOSTRO STATO DI ALLENAMENTO
-PRATICARE STRETCHING REGOLARMENTE
-ASSUMI POTASSIO (Banane, datteri, uvetta, cavolo, broccoli, arance, pesce di mare)
Vi ricordiamo che è severamente vietato nel bel mezzo della notte quando il crampo colpisce invocare santi e madonne.
CONSIGLIO25
Potremmo anche chiamarla, SODDISFAZIONE, TRAGUARDO, RAGGIUNGIMENTO OBIETTIVO ma per noi rimane pur sempre una Vittoria.
Cos’è una vittoria? Vincere non è solo salire sul gradino più alto del podio, Vincere significa coronare i sacrifici di una vita molto spesso, Vincere significa sbloccarsi, Vincere significa aver dato il 110 % , Vincere significa non aver sbagliato nulla, Vincere vuol dire essere al posto giusto nel momento giusto, significa sfruttare le occasioni, significa lottare, significa nella maggior parte dei casi aver sbagliato un sacco di volte in precedenza e aver imparato la lezione!
Puoi Vincere contro tutto e tutti. Puoi Vincere contro pronostico. Puoi Vincere contro il sistema. Alla fine avrai solo battuto te stesso e quello che eri, alla fine avrai superato i tuoi limiti!
Per noi vincere significa averti guidato in un percorso e averti fatto raggiungere i tuoi obiettivi. La tua vittoria è la nostra vittoria.
Vincere non è facile! Mai! Nello sport e nella vita. Ogni piccolo traguardo che raggiungerai è una vittoria e per questo dovrai gioire ed essere felice. La sconfitta è dietro l’angolo, quindi, non adagiarti, continua con caparbietà a inseguire quello che vuoi. Solo così sarai un vincente e avrai una mentalità vincente.
Cadrai tante volte, e noi saremo lì a darti la manina e ad aiutarti ad alzarti e ogni volta e siamo certi che lo farai a testa alta con Noi!
Per tutto il resto…. c’è Mastercard
ConsigliMove25
Cosa significa lavorare in qualità? Per noi è molto importante e adesso cercheremo di spiegarci meglio! Secondo noi lavorare in qualità significa lavorare sempre nel migliore dei modi e nelle migliori condizioni, mettere il gesto tecnico al centro del palcoscenico e puntarci i riflettori! Se il gesto tecnico è eseguito in maniera adeguata mi potrà portare a dei risultati in alternativa può creare problemi come dolori, infiammazioni, microtraumi. Facciamo dei piccoli esempi utili: è meglio correre 12 km trascinando i piedi perchè è oltre le mie capacità oppure è meglio correre 7 km controllando il mio corpo, il gesto, la spinta del piede e di conseguenza tutti gli impatti al suolo?
E’ meglio alzare 120 kg di panca piana con una tecnica scorretta oppure alzarne di meno ma con una tecnica perfetta? Potremmo andare avanti anni, ma ci fermiamo qui..
NO ad allenamenti con carichi non controllabili ed esecuzioni errate
NO alla quantità di lavoro fatto a caso senza essere seguiti
NO a corsi di gruppo numerosissimi e senza correzzioni da parte degli istruttori
NOI SCEGLIAMO DI INVESTIRE DEL TEMPO NELLA TECNICA DEL GESTO!
TU COSA VUOI FARE? a te la Scelta!
 ConsigliMove21
 Ho male alla spalla! Siete degli sportivi e usate moltissimo la spalla? Siete agli inizi e avete costantemente dolore?
La prima domanda da porsi è: sto rinforzando la mia spalla? SI o NO
Se credete che fare alzate frontali all’interno di una seduta può essere prevenzione alla spalla continuate pure. Noi crediamo che la prevenzione vada fatta all’inizio della seduta di lavoro, nella fase di attivazione. Avete mai attivato gli intra/extra rotatori della spalla? Sono dei piccoli muscoli che usiamo molto spesso e che se poco allenati possono portare molti fastidi.
Come evitare che succeda? Molto semplicemente con pochissimo peso o con degli elastici prendete l’abitudine di fare intra ed extra rotazione come warm-up. I movimenti sono lenti e controllati, la tensione deve essere non eccessiva in caso di elastico. Siamo comunque freddi e stiamo scaldando il nostro corpo. Stabilizzare la spalla ed evitare infiammazioni e piccoli fastidi muscolari è molto importante per svolgere correttamente il tuo allenamento e non evitare problemi maggiori in futuro. Non passarci sopra o dire ma si non è nulla, impara a conoscersi e capire che dolore è fa parte di un percorso ben preciso di uno sportivo. Se poi il problema è più grave del previsto ci sono altre figure professionali che proveranno a capirne la causa e risolverlo, ma per fa sì che questo accada chi ti segue deve SAPERE ed essere INFORMATO dei problemi che ogni soggetto ha!
ConsigliMove24
La “Postura corretta”

La postura è la posizione del corpo umano nello spazio e la relativa relazione fra i suoi segmenti corporei.
Sempre sentiamo dire che con una postura corretta si sta meglio, si è più sani, si previene il mal di schiena e via dicendo … tutto vero ma la vera domanda è cosa vuole dire postura “corretta” e come si può ottenere?
Una postura corretta significa avere una postura che ci permetta di resistere alla forza di gravità efficacemente e senza affaticare il nostro organismo eccessivamente. Moltissimi sono i fattori che influenzano il corretto posizionamento corporeo, e per questo consiglio ci soffermeremo su uno dei fattori più influenti ma purtroppo spesso non preso in considerazione: la propriocezione.
La propriocezione è la capacità di riconoscere il proprio corpo nello spazio: se chiudete gli occhi e “ascoltate” dove si trova la vostra mano, lo saprete anche senza guardare. Questo senso è reso possibile dalla presenza di numerosi recettori a livello articolare che recepiscono informazioni e le mandano costantemente al nostro sistema nervoso centrale: il cervello. Come avviene nella mano, questo processo è presente anche a livello della colonna vertebrale. In risposta a questi “input” il nostro cervello manderà degli stimoli (per lo più inconsciamente) ad i muscoli della colonna in modo che si adattino e mantengano una postura idonea.  E così facile da capire come entrambe le informazioni debbano essere trasmesse chiaramente in entrambe le direzioni per il mantenimento di una postura corretta.
Queste informazioni sono trasmette attraverso i nostri nervi. Quando quindi un nervo non lavora al 100%, un muscolo può diventare troppo attivo (ipertonico) o troppo poco attivo (ipotonico), causando una mancanza di equilibrio.
E’ quindi importante controllare anche che il sistema nervoso lavori ottimamente, oltre che allenare la postura solamente sull’apparato muscolo-scheletrico in palestra con per esempio la ginnastica postulare! Un controllo della postura dovrebbe essere fatto periodicamente così che le piccole disfunzioni si possano correggere immediatamente piuttosto che aspettare che diventino veri  e propri problemi. Sopratutto in bambini ed adolescenti è importante accertarsi e cercare di diagnosticare il prima possibile problemi di assetto postulare.
Ricordatevi, una postura migliore porta ad una maggiore consapevolezza ed ad una maggiore stima in sé stessi! E non c’è nulla che il nostro corpo non possa fare quando messo nella posizione ideale per farlo!
 
Chiropratica Verona

ConsigliMove23

 

“SONO CAMBIAMENTI SOLO SE SPAVENTANO”
Siamo consapevoli di quanto possa essere difficile iniziare un nuovo percorso. Ci sono moltissimi motivi per essere spaventati all’inizio e avere più stimoli per lasciar perdere e mollare tutto piuttosto che continuare. E’ più facile continuare a essere così che iniziare a cambiare radicalmente. Stiamo parlando di un percorso che sportivamente parlando ti resterà dentro e cambierà il tuo modo di fare, di essere, di agire, di pensare. Le scuse sono per i deboli, le ambizioni e il raggiungimento di obiettivi lavorando con caparbietà e senza mollare mai sono dei forti. Chi vuoi essere? Scegli dove vuoi stare.

Nessuno giudicherà le tue scelte. Te e solo te sai cosa vuoi e in quanto tempo vuoi realizzarlo.

La differenza in tutti questi casi la fate VOI, noi vi assicuriamo che se iniziate, ci seguite, vi impegnate, fate dei sacrifici i risultati non tarderanno ad arrivare. La vostra autostima salirà, non avrete più paura ad uscire, o ad affrontare quei piccoli ostacoli che fino ad ora sembravano montagne insuperabili.

CREDI IN TE STESSO! CREDI NEL CAMBIAMENTO!

CAMBIA ATTEGGIAMENTO! CAMBIA STILE!

in poche parole #MOVEYOURBODY

 

ConsigliMove19

 

Oggi l’argomento è un pò complesso ma cerchiamo di spiegarlo nel miglior modo possibile e renderlo capibile a chiunque legga.
L’obiettivo di questo consiglio è quello di farvi capire perchè dovete mantenere la GLICEMIA STABILE! Prima però un piccolo passo indietro a spiegare che cos’è la glicemia.
La glicemia è il livello di zuccheri nel sangue e devo cercare di mantenerla stabile e di non farle effettuare dei picchi altrimenti interviene l‘insulina. L’insulina è un ormone con il compito di trasportare gli zuccheri nel sangue. Succede quindi che nel momento in cui il mio corpo ha introdotti zuccheri e il mio organismo grazie all’insulina li ha portati ai vari organi che ne hanno bisogno tutto quello che è in eccesso viene trasformato e va a promuovere la formazione e l’immagazzinamento di trigliceridi (i grassi) nel tessuto adiposo.
Succede quindi che continuando a introdurre zuccheri nel nostro corpo ho un livello alto di zucchero nel sangue, motivo per cui interviene molto l’insulina che ne fa abbassare i livelli, a questo punto il nostro cervello manda un segnale errato ovvero quello di mancanza di zuccheri nel sangue da cui ne deriva una sensazione da tutti chiamata FAME. Diciamo che è un pò un circolo vizioso e se continuiamo a introdurre zuccheri il ciclo continua. Abbiamo cercato in poche righe di spiegare un complesso meccanismo, citando il meno possibile termini tecnici e cercando di rendere l’idea.
Non vi stiamo dicendo di non mangiare più nulla, o di eliminare qualsiasi forma di zucchero, vi stiamo semplicemente dicendo che forse dovreste scegliere cosa mangiare in qualsiasi momento del giorno. Lo sapppiamo è difficile, ma il primo passo è quello di pensarci e di provarci! Fai quello intanto!

ConsigliMove18

Oggi parliamo delle verdure…Spesso sulle riviste di salute e benessere si legge che bisognerebbe iniziare ogni pranzo o cena con una bella insalata mista o con altri ortaggi crudi o cotti. Ma perché ?

Saziano prima. Dopo aver mangiato una bella insalata, ad esempio, lo stomaco si sente già un po’ pieno e quindi lo stimolo della fame si ridurrà prima, ciò significa che la quantità di alimenti che si è deciso di mangiare dopo potrà essere ridotta e questo consente di evitare di consumare cibo più del dovuto.

Si assorbono meglio i principi nutritivi. A stomaco vuoto l’organismo è in grado di assorbire meglio i nutrimenti, scegliere di consumare prima le verdure significa che ciò che il nostro corpo troverà subito disponibile sarà il meglio per lui: acqua, vitamine e sali minerali, elementi che spesso sono carenti nella nostra alimentazione, soprattutto se frettolosa o sregolata.

Migliorano la digestione e riducono il gonfiore. Le verdure, in particolare quelle crude, sono ricche di fibre e povere di grassi. Inoltre crude contengono molti enzimi in grado di stimolare al meglio la digestione

Rallentano i picchi glicemici. Assumendo fibre prima dei pasti, si ottiene un buon risultato rispetto all’assorbimento sia dei carboidrati che dei grassi contenuti nei cibi che si mangeranno successivamente. In questo modo si va anche ad agire sul controllo della glicemia, evitando i picchi.

 

 

ConsigliMove22

E’ una sensazione difficile da spiegare o trasmettere ma è uno delle sensazioni più belle dell’attività fisica. ESSERE STANCO MA FELICE.

A voi è mai capitato? A NOI si, ed a noi è capitato anche di vedere molti volti in questi mesi, i vostri volti, ricompensati del lavoro e delle fatiche fatte!

Dopo uno sforzo nonostante le vostre energie possano rasentare il minimo storico avrete in voi una altissima componente di Felicità, di Positività, di Soddisfazione Personale. A queste componenti aggiungiamo il raggiungimento di un obiettivo, di un traguardo, di un percorso ed il gioco è fatto. NON fate attività perchè vi obbligano, VOI la state facendo perchè VI PIACE e avete capito IL PERCHE’, IL MODO, E LA QUANTITA’ che vi serve per stare bene. Se la sensazione è quella di fare qualcosa contro voglia, beh, c’è qualcosa che non va!

Lo sport è un Valore aggiunto alla vostra Vita quotidiana e tale deve restare.

Chi VIVE di SPORT forse qualcosina ne sa!

#PAROLADILUPETTO

#FIDATEVI

#DIFFIDATE

ConsigliMove20

Mindfulness è prestare attenzione, momento per momento, QUI E ORA, intenzionalmente e in modo non giudicante. Nel processo di allenamento della nostra consapevolezza abbiamo la possibilità di comprendere come i nostri pensieri siano in grado di plasmare la nostra realtà. La meditazione ci aiuta a cambiare la nostra usuale modalità di attenzione allenandoci ad essere maggiormente presenti. Quando impariamo ad essere consapevoli del presente, momento per momento, la nostra vita cambia radicalmente.

Se fai sport, un lavoro impegnativo o comunque ami cimentarti in qualcosa, saprai che la preparazione tecnica e fisica arriva fino ad un certo punto; la vera differenza la fa sempre “la testa”… cioè quanto sei mentalmente preparato.

Se mediti regolarmente, alleni la tua mente poiché la meditazione è una pratica che migliora con il tempo, perfino una breve sessione di meditazione al mattino, ha il potere di migliorare il modo in cui vivrai l’intera giornata. Ti bastano dieci minuti al giorno.

Non soltanto ti sentirai maggiormente sereno e rilassato, ma riuscirai ad avere più attenzione e a essere più positivo aumentando la resistenza ad eventi stressanti e in situazioni competitive.

In collaborazione con la Dottoressa Montagnoli Annapaola

unnamedbgLa musica ti da la giusta carica giusta a priori! Che sia per iniziare la giornata o per fare attività fisica Scegli delle canzoni caricale o scaricale su qualsiasi app per il tuo smarthone cellullare ipad iphone e ascoltale a tutto volume. Un paio di TOP SONG e la giornata prenderà tutta un altra piega. Ti darà ritmo e voglia di fare. Se poi la giornata è di quelle NO beh non può far altro che tirarti su di morale e invogliarti a partire. Ascoltare la Musica durante l’allenamento è tipico dell’atleta meno “professionale”, il jogger e non il runner (a prescindere poi se vada più forte l’uno o l’altro), che cerca aiuto e conforto nella musica. Molti jogger non reggono la noia di una corsa di un’ora (non riescono a concentrarsi sul percorso, sulle sensazioni del proprio corpo, sul ritmo a cui stanno andando, hanno bisogno della musica per darsi il passo) e cercano quindi di distrarsi: arrivano sì alla fine, ma sicuramente non danno mai “tutto”. Questa situazione può configurarsi veramente come doping psicologico, un po’ come uno studente che non riesce a calmarsi per un esame importante e deve prendersi 20 gocce di tranquillante. Un doping che aiuta a correre, ma evidenzia anche un rapporto parziale con lo sport.

La musica può essere il tuo motivatore personale. Il dottor Costas Karageorghis, psicologo sportivo presso la Brunel University di Londra, ha studiato il rapporto tra musica e performance sportiva, oltre agli effetti psicofisici ed ergogenici della musica. Costas ha spiegato che la musica non dovrebbe limitarsi a fornire un buon ritmo per allenarsi, ma ha anche bisogno di suscitare emozioni e ricordi. La musica è un’esperienza molto personale ed i migliori brani di allenamento sono quelli che suscitano dei ricordi positivi ed hanno un significato particolare per un individuo. Trova quindi una canzone che ti faccia stare bene, che anche in un momento di grande sforzo fisico, ad esempio durante una ripetuta, puoi richiamare alla mente per aiutarti a spingere al massimo e stringere i denti.Potrai così allenarti con più grinta ed entusiasmo a suon di musica.

Pensate che nel 2007, alla vigilia della maratona di New York, fece il giro del mondo la notizia del provvedimento preso dalla Federazione americana di atletica, tale provvedimento bandiva l’uso di auricolari e riproduttori di musica portatile nelle competizioni ufficiali; all’inizio sembrava che il divieto fosse dovuto esclusivamente a motivi di sicurezza (il concorrente potrebbe non udire le segnalazioni acustiche dello staff), ma in seguito la federazione chiarì che le nuove regole erano state varate anche e soprattutto per non concedere “un vantaggio agonistico” a coloro che correvano ascoltando musica.

In collaborazione con la Dottoressa Montagnoli Annapaola

 

 

unnamed45

SE TI ALLENI, NON FARLO A CASO! Molte persone non seguono un metodo di lavoro e spesso cadono nel faccio più che posso senza seguire linee guida, metodi, obiettivi di lavoro, tempi di recupero. Fai un test prima e dopo il programma di lavoro impostato per vedere i risultati ottenuti e capire come continuare ad allenarti. L’obiettivo deve essere chiaro, e tutto viene fatto in funzione di esso. La programmazione non viene fatta sul posto ma richiede tempo e impegno da parte di chi ti segue! Nulla deve essere lasciato al caso o all’improvvisazione. Coach e atleta/cliente dovranno sempre confrontarsi sul grado di difficoltà dell’allenamento, sullo sforzo percepito per ottenere un feedback costante e mirato al raggiungimento dell’obbiettivo prefissato inizialmente.

 

 

 

 

ConsigliMove12BisCos’è? Perchè si Usa? In quali casi?

Tutte domande giustissime! I foam rollers sono attrezzi da ginnastica modellati che possono essere usati per esercizi posturali e massaggio dei muscoli. Sono usati comunemente dagli atleti per la loro versatilità, durabilità e costo ridotto. Il Foam Roller è un valido strumento per eseguire da soli un auto massaggio, utile per diminuire tensioni, rigidità, squilibri muscolari, e di conseguenza dolori, comunemente causati da ripetute serie di movimenti durante il giorno, come sollevamento di pesi, stare seduti per molte ore in ufficio o in auto,  Quando queste situazioni non sono corrette con attività come il rilascio miofasciale, il risultato è spesso l’infortunio muscolare, articolare e/o dolore acuto o cronico. L’attività con i foam roller è abbastanza facile da imparare e basta svolgere solo 5-10 min. al giorno per averne giovamento. Tutto quello che dovete fare, all’inizio, è muovere lentamente ogni parte del vostro corpo sopra il rullo. Preparati a un po’ di dolore muscolare. Il procedimento di scioglimento miofasciale, o auto-massaggio, richiede che tu schiacci il con il peso del tuo corpo sul tessuto morbido detto fascia. Il dolore sui muscoli contratti è simile a quello che si sperimenta nel massaggio svedese.

Fai attenzione alla tensione muscolare. Ogni persona è diversa, quindi adatta la tua routine ai tuoi muscoli più contratti.
Puoi usarlo all’inizio dell’allenamento come attivazione o alla fine come rilassamento. Inizia da pochi gruppi muscolari per poi ampliare il range.

 

 

unnamed

Il primo passo è sicuramente mangiare FRUTTA e VERDURA, il secondo è scegliere quale tipo di frutta e verdura assumere. Noi vi consigliamo di consumare prodotti stagionali per i seguenti motivi: le piante che seguono il loro normale ciclo di vita presentano una quantità maggiore di nutrienti e principi attivi e apportano la giusta quantità di calorie in relazione al periodo dell’anno. Questo significa che le proprietà nutrizionali di un determinato alimento, se è coltivato fuori dalla sua stagione abituale, potrebbero risultare “falsate” e quindi esserci meno utili. Inoltre i prodotti di stagione sono più buoni, profumati, aromatici. Avete fatto caso al sapore di un pomodoro in inverno? Praticamente non ne ha uno e spesso si è costretti ad esagerare coi condimenti. Se seguiamo il criterio del gusto, difficilmente sbaglieremo.

ConsigliMove15

La parola più importante di oggi è GIORNALIERA. Avete capito bene! Ogni giorno! Ora non basterà più fare 30 minuti quando capita. Ora tutti i giorni dovrai fare almeno 30 minuti. E’ semplice e non trovare scuse, 30 minuti li abbiamo tutti! Hai fatto il primo passo, ora te ne aspettano tanti altri e probabilmente i primi periodi saranno tutti in SALITA. Non demoralizzarti, continua, aumenta i minuti, portali a 40 e poi a 50 fino a trasformarli in un ORA al giorno! Il benessere di lì a poco non manchera. Ti sentirai stanco ma felice e fiero di te ogni GIORNO. Se prima bastava una passeggiata con gli amici o con il tuo dog ora dovrai iniziare a correre, a nuotare a fare esercizi per la forza, l’equilibrio, la flessibilità. Tutto dovrà unirsi in unica sinfonia e Qui arriveranno anche i primi problemi, dubbi, acciacchi. Noi vi sproniamo a fare da soli, attenti però che il praticare attività fisica in maniera errata può portare a conseguenze peggiori.

Affidatevi a degli esperti del MOVIMENTO, affidatevi a chi non vi PROMETTE MIRACOLI, affidatevi a chi vuole il VOSTRO BENE, affidatevi a chi nello SPORT c’è da più da tempo, ma soprattutto fate ATTIVITA’ FISICA DIVERTENDOVI solo così potrà far parte della vostra VITA QUOTIDIANA.

 

 

bilancia metro

Ogni giorno sali sulla bilancia e guardi quei numeri? Fate attività fisica ma non vedete risultati? NON FISSATEVI SULLE CIFRE il vostro corpo sta cambiando. Iniziate a prendere anche le misure del vostro corpo (PETTO/SENO – GIROVITA – COSCIA – BRACCIO). A volte sembra che la bilancia non scende ma il metro e le circonferenze parleranno comunque e i CM in meno vi daranno un idea migliore di come state dimagrendo o vi state trasformando. Inoltre è un modo diverso per avere un feedback positivo rispetto al solo Peso Corporeo. Spesso chi inizia tende a guardare se ha perso KG, presto arriveranno anche quelli ma inizialmente le vostre energie devono essere incanalate per fare tutto al meglio e continuare ad alimentarsi correttamente e svolgere attività fisica! Con costanza i risultati non tarderanno ad arrivare, ma ricordate che nessuno vi Regala Nulla. Tutto dipenderà da Voi Stessi!! Volere è Potere!

 

 

acquaCi sono moltissime ragioni per cui dobbiamo idratarci. Noi ti consigliamo di bere almeno 2 litri di acqua al giorno! Idratarti permetterà al tuo corpo di eliminare le tossine durante gli allenamenti inoltre ti sentirai stanco più lentamente. La tua pelle diventerà migliore soprattutto se bevi regolare e non solamente quando hai sete. Aiuterà la diuresi e non solo: sembra una cavolata ma bere molta acqua ti obbligherà ad andare in bagno per eliminarla più spesso, e questo fa benissimo…ma ti permetterà anche di compiere un migliaio di passi in più al giorno al tuo bottino quotidiano di attività fisica ; in particolare se dovrai andare circa5-6 volte avanti e indietro dal tuo posto di lavoro alla toilette che semmai non si trova molto vicina. Bere acqua aiuta a ridurre le ritenzioni dei liquidi. Bere molta acqua fa risparmiare rispetto ad altre milioni di bevande. Possono bastare questi motivi?

 

fare gli spuntini

Se fai attività fisica è opportuno fare degli spuntini a metà mattina e a metà pomeriggio per non arrivare a digiuno al momento dell’attività fisica e per non avere la sensazione di troppa fame a pranzo o cena ovvero nei pasti principali. Lo spuntino non è una kinder brioche o una fiesta bensì cibo sano e nutriente come un frutto di stagione, frutta secca, pane integrale con dell affettato magro. Non usare la scusa che non hai tempo di fare lo spuntino. Non siamo più alle scuole medie. Diventa responsabile!

ConsigliMove11

Che tu sia un atleta d’Elite o un semplice amatore l’attivazione è parte fondamentale dell’ALLENAMENTO. Nessuno fa una finale olimpica senza essersi riscaldato. Qualsiasi attività a cui vi state approcciando deve essere iniziata portando il nostro corpo pronto per la fase centrale, il modo con cui si effettua dipende da che attività facciamo  ( ha poca valenza fare running prima di fare distensioni su panca). Noi crediamo che lo Stretching, la Mobilità Articolare, e l’esecuzione controllata del gesto siano alla base di qualsiasi attività fisica. Diffidate dai luoghi dove il riscaldamento è un optional.

 

positività

Ogni percorso inizia con un piccolo passo.  Non guardare l’obiettivo finale che ti sei prefissato. Gioisci e trai la tua positività/forza dai piccoli traguardi che ogni giorno raggiungi.  Sii felice di quello che stai realizzando.  Circondati di persone che ti sostengano e che festeggieranno con te ogni piccolo obiettivo raggiunto. PORSI OBIETTIVI REALMENTE RAGGIUNGIBILI renderà più facile il percorso. STEP by STEP guardando sempre il bicchiere MEZZO PIENO.

 

il recupero

Il rischio dell’attività fisica soprattutto se non sei seguito è quella di passare da zero allenamenti a troppi in poco tempo. Il giorno di riposo/recupero è FONDAMENTALE tanto quanto quello di ALLENAMENTO. Se ti alleni con un criterio definito e permetti al tuo corpo di recuperare nel migliore dei modi le tue prestazioni miglioraranno in breve tempo. RECUPERO = MIGLIORAMENTO

 

da dove iniziamo

Cosa avete fatto in passato? Se già vi eravate messi in moto in qualsiasi modo o qualsiasi attività/sport che già praticavi può essere ripresa gradualmente. Se invece siete al primo approccio con il mondo sportivo le possibilità sono infinite; il nostro consiglio è quello di iniziare da quello che vi piace o vi attira di più. Vi piace l’acqua? Bene, prepara costume e cuffia e vai a fare una nuotata. Ti piace la natura? Bene, rispolvera le scarpe e vai a fare una camminata di almeno 30 minuti. Da solo non hai voglia? Bene prova l’attività di gruppo. L’importante è che tu inizi a MUOVERTI.  Se riuscirai a fare tutto da solo con costanza e bene complimenti, se hai bisogno di un esperto al tuo fianco, NOI CI SIAMO.

 

colazione

 

La colazione è il pasto più importante della giornata. Prenditi 10 minuti in più per affrontare nel migliore dei modi e con più energie la tua mattinata. Siamo Italiani e il TOP della colazione nella nostra mentalità è BRIOCHE E CAPPUCCINO AL BAR. Ma possiamo fare meglio di così? CERTO! Il nostro corpo ha bisogno di ricevere tutti i nutrienti necessari ed è oppurtono effettuare una colazione completa, i MACRONUTRIENTI da introdurre sono: PROTEINE, CARBOIDRATI, LIPIDI e non solo CARBOIDRATI SEMPLICI come lo zucchero.

Ecco per voi alcuni esempi non troppo impegnativi: Toast con prosciutto o fesa di tacchino, una spremuta fatta in casa (non succo del supermercato) e una manciata di mandorle. Yogurt bianco con un pò di frutta secca e una spremuta. Latte e cereali integrali (pochi zuccheri) e un frutto di stagione. Il caffè da buoni italiani non è bandito e lo potete bere!

 

2

Rendi la tua vità più attiva. La sveglia non è un nemico ma il segnale che la giornata inizia. Più rimani nel letto più vorresti rimanerci.  La mattina anche il nostro cervello è al massimo della sua efficenza! Studi scientifici hanno dimostrato che le nostre funzioni intellettuali sono migliori durante la prime ore del mattino. Inoltre anche la nostra capacità di affrontare i problemi e la nostra voglia di fare sono sicuramente maggiori se ci si sveglia presto! Il tuo metabolismo “lavora” di più la mattina, brucia più calorie e quindi ti aiuta a mantenere più facilmente sotto controllo il tuo peso! Se sei uno sportivo (ma anche se non lo sei!), camminare o correre di mattina presto all’aria aperta, magari al parco, aggiunge un’abitudine salutare alla tua routine quotidiana.

Una ricerca dell’Università di Toronto ha dichiarato che le persone che si svegliano presto ogni giorno, sono nettamente più felici di quelle che dormono fino a tardi. Chi è mattutino non solo è più contento, ma è anche meno stressato e più sano. Inoltre ha una massa corporea inferiore rispetto a chi dorme di più. La ricerca ha studiato le abitudini e l’umore delle persone che si svegliano presto e dei nottambuli. Il segreto della felicità è nascosto nella sveglia del mattino. Spiegano i ricercatori che: “essere mattinieri è stato associato ad una maggiore esperienza di emozioni positive e alla sensazione di sentirsi più sani ed energetici”.

 

 

 

1

Sei sedentario? Inizia a muoverti, investi sul tuo benessere fisico e mentale per un futuro migliore. Molte patologie cardiovascolari si possono prevenire attraverso l’attività fisica. Da uno studio dell’Universita’ di Cambridge, pubblicato sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition é emerso che bastano anche soltanto 20 minuti di camminata a ritmo sostenuto per allontanre il rischio di andare incontro a problematiche come ad esempio malattie cardio-cardiovascolari o addirittura il cancro. Non si tratta quindi di un semplice problema fisico legato al peso forma e all’estetica, si tratta di salute!

Copyright © 2013. Created by Joes. Powered by WordPress.