Collegiale Paratriathlon -Unicredit a Padova

Si è concluso a Padova il raduno pasquale della squadra nazionale Paratriathlon svolto dal 4 all’8 aprile: un grande ed essenziale supporto è stato offerto per questa occasione di approfondimento e lavoro in raduno, da Unicredit, grazie al cui intervento è stato possibile realizzare una ‘cinque giorni’ intensa per i paratriatleti. Il raduno si è tenuto alle porte della splendida città veneta soggiornando, presso le strutture dell’ Opera Immacolata Concezione ed utilizzando le strutture dello Stadio delle Terme di Abano e della piscina della Padova nuoto. Sotto la guida ed il coordinamento del DT Simone Biava e dello staff composto da Stefano Zenti, Mattia Cambi, Federico Sannelli, Isabella Zamboni e del project manager Neil Macleod, gli atleti hanno svolto uno specifico lavoro di carico e rifinitura, in vista degli imminenti impegni agonistici nazionali ed internazionali. Il raduno è stata anche l’occasione di conoscere e seguire nuove individualità, mostrando potenziale tecnico prestativo e capacità di interazione.

Il raduno ha visto anche lo svolgimento di sedute specialistiche di tecnica di wheel chair grazie al supporto di Mario Paoletti tecnico nazionale Fispes, di Stefano Ambrogio Morelli di mvm Italia che ha spiegato le tecniche migliori per il miglioramento della respirazione grazie allo strumento dello spirotiger e di Marzio Zanato che ha introdotto gli atleti al mental coaching. Infine, un ringraziamento va a tutti loro nonché a Silvana Santi dell’Opera Immacolata Concezione che ha coordinato la logistica e l’ospitalità del raduno.

Il nostro Mattia è rimasto appunto piacevolmente sorpreso anche dall’intervento di MARZIO ZANATO di seguito riportato:

Una voce fuori dal coro, l’intervento di Marzio Zanato al Raduno Nazionale Paratriathlon a Padova dal 4 all’8 aprile

“Rientra nel tema Rugby da Coach Ovale a Coach Aziendale passando al Triathlon !!! L’essenza dell’intervento con i nazionali Paratriathlon era l’importanza del sostegno del Coach per il focus sugli obiettivi, sviluppo delle Performance e della capacità di sviluppare autonomia.

In antitesi al modello formativo del rugby italiano fondato sul “DO THAT” e non sul modello anglosassone del “WHY YOU DO THAT?”

Il Coach non fornisce soluzioni ma strumenti ed insieme cammina, affiancando la persona che sviluppando la propria autonomia diviene capace di fornire soluzioni nel pieno utilizzo delle proprie potenzialità

 

https://rugbymeet.com/news/nazionale/cosa_manca_ai_giocatori_di_alto_livello_italiano_di_rugby

Ci piace condividere queste parole e rimandarvi alle sue pagine perchè sposa un pò lasciatecelo dire la filosofia MOVE YOUR BODY.

Il nostro modo di vedere l’attività sportiva è alternativo ai classici perchè crediamo molto nell’investimento che una persona fa su sè stessa e sul suo futuro. Puoi scegliere se dipendere sempre dagli altri o puoi scegliere se il tuo percorso ti porterà ad essere autonomo. Creare cultura sportiva rientra nella nostra mission e fidatevi che queste parole e quello che potete leggere è molto di più di cultura sportiva; si tratta proprio di uno stile di vita!

Le difficoltà ci sono, gli ostacoli pure. Scegli come affrontarli e superarli!

Vi lasciamo adesso con un pò di immagini del raduno in attesa di aggiungerne delle altre e vi auguriamo un enorme GOODJOBGUYS!!!!

#swim

#bike

#run

 

FITRI_Raduno_Paratriathlon_Unicredit_2FITRI_raduno_Paratriathlon_UnicreditFITRI_raduno_Paratriathlon_Unicredit_4FITRI_raduno_Paratriathlon_Unicredit_1

About the author

moveyourbody

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Copyright © 2013. Created by Joes. Powered by WordPress.